Prossimo incontro: CAMPIONATO FINITO-ARRIVEDERCI A SETTEMBRE
amministratori
Dettagli Rassegna stampa

Commenti direttamente dal campo.
Una rubrica di Daniele Egidi

DOPO PETRITOLI-SANGIORGESE / L'INTERVISTA - 11/11/2009

E' tornato in campo dopo l'infortunio e Bugiardini ha subito mandato
         
al tappeto la Sangiorgese squadra della sua città 
   "MI SPIACE PER GLI AMICI, CONTENTO PER IL PETRITOLI"

                                                      di Giuseppe MORESCHINI

Torna in campo Luigi Bugiardini dopo aver risolto un infortunio e scontato una lunga squalifica e il suo Petritoli ritrova una vittoria che mancava dalla seconda giornata quando si impose nettamente sulla Folgore.
Da quel mercoledì 9 settembre tanti bocconi amari per la compagine del piccolo centro fermano, costretta a fare i conti con troppi infortuni e squalifiche. "E' solo un caso che con me in campo abbiamo vinto - dice il trentottenne allenatore-giocatore, che in gioventù ha calcato i campi professionistici sino alla massima serie. - E' stata una partita molto difficile contro la Sangiorgese, una squadra che mi ha molto impressionato sul piano del gioco, una delle migliori viste a Petritoli. La mia squadra sabato ha lottato e posso dire che l'abbiamo vinta con il cuore, con la grinta: abbiamo sopperito a certe mancanze in questa maniera. Questa è la strada giusta, solo che dobbiamo dare continuità a queste prestazioni altrimenti non andremo lontano"
Bugiardini sangiorgese doc insieme a diversi giocatori: che effetto fa vincere questo derby?
"Per me non ha alcun tipo di significato, mentre per gli altri ragazzi che ci hanno giocato che magari sono stati rifiutati o allontanati, li ho visti molto felici. Dispiace battere la squada del proprio paese anche perchè ho molti amici lì, ma dbbiamo pensare e noi che in questo momento siamo messi peggio rispetto a loro"
Petritoli squadra che ha nel Dna il saper soffrire, ma tutte le difficoltà avute in questa prima parte non erano assolutamente ipotizzabili...
"Lo scorso anno ci siamo salvati ai play-out -puntualizza Bugiardini al quarto campionato in verde-azzurro-.No so se adesso la gente si aspettava molto di più da noi. In questo campionato chi ci segue avrà visto che nelle prime giornate non siamo stati molto fortunati e siamo andati in trasferta anche in tredici, mettendo in panchina anche qualche figlio di dirigente per darci almeno sotto l'aspetto numerico qualcosa di più. Mancando di sei o sette persone delle più anziane, delle più esperte, senza nulla togliere agli under che sono scesi in campo, nel campionato di promozione queste differenze si sentono"
Non appena c'è stata la possibilità di schierare il miglior undici è tornata la vittoria...
"Si, siamo rientrati tutti, tranne Tiburzi che si è rotto il ginocchio e dovrà stare fuori per cinque mesi. Al completo ce la giochiamo tranquillamente con tutti, ma lo abbiamo fatto senza fortuna anche prima. Speriamo di poter rimanere così sino alla fine della stagione"
Lei non è più giovanissimo, eppure trova ancora gli stimoli giusti per scendere in campo...
"A volte mi viene da pensare e a volte da ridere: gioco spesso con ragazzi che hanno vent'anni meno di me e la cosa in effetti mi fa riflettere. Però fin quando mi diverto voglio starci, voglio lottare insieme agli altri ragazzi, poi quando non avrò più la forza fisia e lo stimolo giusto mi farò da parte" (CORRIERE ADRIATICO)

 





Associazione Sportiva Dilettantistica PETRITOLI 1960 - Petritoli (AP) - Tel. e Fax 0734.658216 - info@aspetritoli.it